Come si organizza un giro del mondo? Beh qui una lista “della spesa” da spuntare punto per punto prima di partire

Se cercavate un post che vi spiegasse come far mirabolanti acrobazie con un pallone da calcio siete nel posto sbagliato.

Se, invece, come me siete dei Viaggiatori (avete notato la V maiuscola?!) sempre affamati di nuove mete, sapori e colori, siete nel posto giusto. Per lo meno, vi racconto come ho fatto io ad organizzare il mio di giro del mondo: un anno a vagabondare da un lato all’altro del globo tutta sola. Perché si, soli è meglio che mal accompagnati; se, invece, siete ben accompagnati, beh, avete tutta la mia invidia!

Partiamo con i miei 10 consigli:

1. Quanto e quando

Fondamentale è decidere quanto tempo volete star via e il periodo: in questo modo potrete fare una ricerca più mirata su dove andare e quando evitando così la stagione dei monsoni in India o godendo della notte delle lanterne in Thailandia. Per la ricerca affidatevi ai classici articoli “le cento cose da vedere nel mondo” e simili per esser sicuri di farvi una buona idea di cosa il mondo ha da offrire.

Se siete un po’ pigri e volete godere la mia lunga ed estenuante ricerca durata mesi (no, non sto esagerando), qui trovate il link all’album INtrip che ho creato in Pinterest: è pieno di stimoli, soprattutto di tipo naturalistico.

2. Come

Esiste un biglietto aereo che permette di far il giro del mondo risparmiando un bel po’: già, è tutto vero. Le diverse alleanze tra compagnie aeree, infatti, mettono a disposizione questo servizio.

L’idea che mi sono fatta io è che non ce n’è una migliore dell’altra, di sicuro le due maggiori con più copertura sono la Star Alliance e la One World, poi però la più adatta a noi dipende dall’itinerario che abbiamo in mente: meglio far una simulazione con entrambe.

I prezzi circa vanno dai 2000,00 euro ai 5000,00 euro per la categoria economy, poi se potete permettervi di meglio, di sicuro la vostra schiena ringrazierà durante le tratte lunghe e aspettatevi di pagare poco meno del doppio.

In generale le regole sono:
1. si può andare solo in un verso senza tornar indietro
2. si possono fare un massimo di 15 tappe
3. si arriva e riparte dallo stesso aeroporto, se si fa una tratta via terra vale nel conteggio delle tappe
4. c’è un numero massimo di km o miglia da poter percorrere
5. le località coperte dipendono dall’alleanza che eroga il biglietto
6. dura un anno

Farlo online è abbastanza complicato e i simulatori non funzionano benissimo, quindi, se avete poco budget e molta pazienza potete farlo da soli. Se avete più budget e meno pazienza potete affidarvi ad agenzie specializzate. Una che ho contattato personalmente per chiedere informazioni è stata la Round the World Tour, nata dalla passione di Matteo e si sa che chi fa le cose con amore le fa molto meglio, super consigliata! Sul sito c’è anche un simulatore per l’itinerario, nel caso voleste far un tentativo in più: potreste aver più fortuna che con quelli dedicati delle compagnie aeree.
Se siete senza budget e senza pazienza… beh, la soluzione per voi è scegliere un itinerario già pronto e adattarvi all’offerta che troverete (la stessa Round the World Tour, tra l’altro, ha diversi pacchetti a disposizione tra cui scegliere).

Qui i link ai planner per far le vostre simulazioni di itinerario e date (ora arriva il bello, armatevi di pazienza):
Star Alliance
One World

vai alla pagina successiva per leggere i prossimi punti!