Un viaggio nella Cuba più vera di Gutierrez per uno squarcio di realtà di un Paese che va oltre le sue rivoluzioni

  • Trilogia sporca dell’Avana

  • Tempo di lettura: 501 pagine tascabile, da leggere in 5 giorni

  • Letteratura contemporanea

In breve…

Un tempo si diceva che un viaggio nella Cuba più vera è qualcosa che ti cambia per sempre, per tutto quello che vedi e che porterai dentro di te.
Forse oggi quella Cuba non esiste più, ma il mio libro in valigia per questo paese non può che essere Trilogia sporca dell’Avana, perché ti racconta un passato che non tutti conoscono e che ancora rivive negli occhi di chi l’ha vissuto.

La maggior parte dei libri che parlano di Cuba, raccontano di Fidel Castro e Che Guevara, e delle gesta di personaggi che hanno fatto la storia del paese.

Gutierrez ci offre, invece, in questo libro una sua personalissima visione di uno spaccato di storia recente, descrivendo nei dettagli la crisi di un paese e la miseria del suo popolo, ma allo stesso tempo i suoni, i sapori, gli odori, e le sue esilaranti avventure amorose.

Non è letteratura di viaggio, ma è senza dubbio più di quanto un libro puramente culturale potrebbe offrire, perché dalla storia personale di Gutierrez, giornalista cubano nel’Avana degli anni Novanta, scopriamo la storia del suo Paese e allo stesso tempo il fascino e la sensualità di Cuba.

Donne conturbanti, rum scadente ma onnipresente, fame e povertà, gioie e dolori di un’Avana come non l’avete mai vista, ma più di tutto, la scrittura essenziale di un uomo libertino e ribelle che ama e odia il suo paese, e ci regala un viaggio nella Cuba più vera.

Quando leggerlo…

Se leggi questo libro, fidati, avrai voglia di fare un viaggio a Cuba, quindi puoi scegliere di leggerlo se hai già acquistato il biglietto oppure, come ho fatto io, per sapere qualcosa di più su un paese così carismatico e magari sognare di andarci presto.

501 pagine in formato tascabile, ti faranno sorridere e commuovere in non più di 5 giorni.

Dove leggerlo…

Cuba è calore e colore, quindi il posto perfetto che immagino per iniziare quest’avventura è la spiaggia, disteso davanti al mare, quando forse ti chiedi quale posto caldo e meraviglioso potresti visitare a dicembre.

Se non sei al mare, naturalmente, va bene qualunque altro posto sia per te solare e rilassante, dove trascorrere qualche ora in tranquillità.

Chi è mai partito con un libro in valigia alzi la mano e lasci pure questa pagina! Questa è una rubrica dedicata a chi ama viaggiare non solo con la valigia ma anche con la mente, a chi non lascerebbe mai a casa il suo Kindle o non sa resistere al profumo delle pagine: per ogni Paese un libro diverso… Pronti che si va?