Il Cile tra i successi nelle energie rinnovabili, i problemi dovuti a inquinamento marino ed incendi boschivi

Percorriamo insieme una breve panoramica dei più significativi eventi ambientali, che hanno caratterizzato la vita recente del Cile.

Lo scorso anno, durante la Campagna Antartica, la Marina Militare cilena con l’aiuto di centinaia di civili, ha effettuato una imponente operazione di pulizia nelle basi in Antartide: da qui sono stati trasportati in Cile oltre duecento tonnellate di rifiuti, ad esclusione di quelli organici.

Sempre nel 2016, una notizia purtroppo negativa, definita come la più disastrosa dal punto di vista ambientale ha caratterizzato la costa meridionale del Cile: un’invasione di alghe tossiche che, dal colore, è stata definita la “marea rossa” ha portato alla morte migliaia di esemplari di differenti specie marine del posto. Contrastanti sono state le motivazioni di questo fenomeno, tra cui lo scarico incontrollato di scarti di salmone da parte delle industrie ittiche e l’aumento della temperatura del mare.

Passando all’inizio dell’anno in corso, sono stati i roghi i protagonisti della “storia ambientale” del Cile. A causa dell’aumento delle temperature medie e per la permanenza da decenni di siccità nel paese, è andata in fumo una superficie boschiva (minima) pari a circa 10 volte la città di Milano.

Sono invece le energie rinnovabili le protagoniste dei giorni attuali e del prossimo futuro ambientale del Cile. A livello “locale” la notizia più sorprendente è che dal prossimo 2018 la metropolitana della città di Santiago, che già risulta essere la più grande e la più moderna dell’intero Sud America, funzionerà grazie all’apporto energetico di fonte rinnovabile per una quota pari all’incirca la metà del proprio fabbisogno elettrico. L’obiettivo sarà raggiungibile grazie alla maggior convenienza nell’utilizzo di fonti naturali, come l’eolico e il solare, rispetto ai più inquinanti combustibili fossili.

La costante spinta verso la diffusione delle fonti rinnovabili ha permesso al Cile stabilire un ulteriore record dal punto di vista energetico: la più elevata produttività elettrica registrata in uno dei più grandi impianti solari dell’America Latina, la centrale fotovoltaica di El Romero, che si trova a 645 km a nord della capitale Santiago.

Infine, tra le diverse realtà ambientali presenti in Cile, possiamo evidenziare le svariate e significative attività svolte nella Riserva Biologica di Huilo Huilo, situata nel mezzo della Foresta Patagonica cilena, sotto la maestosa catena montuosa delle Ande. Il progetto, il cui obiettivo principale è la conservazione della natura e della cultura locale, offre la possibilità di visitare le cascate di  Huilo-Huilo, praticare sci durante tutto l’anno, fare birdwatching e tante altre attività mirate alla consapevolezza e alla diffusione del concetto di turismo sostenibile.

Vuoi approfondire uno degli argomenti trattati o sei interessato ad altri temi ambientali che riguardano il Cile? Scrivicelo qui di seguito!