Partire a marzo: dove andare in Italia, Europa e nel mondo Vacanza a marzo: Napoli, Dublino e India

partire a marzo: dove andare

Partire a Marzo? Ok, forse non è esattamente il mese delle ferie per antonomasia ma ciò non implica che fare un bel viaggetto possa essere una cattiva idea, al contrario: è sempre un buon momento per un viaggio!

A marzo l’aria comincia a profumare di primavera, finalmente possiamo iniziare a pensare di riporre sciarpe e cappelli nelle scatole delle cose dell’inverno fino a novembre, ricominciare a vestirci di colori e magari cominciare pure ad abbassare i finestrini della macchina.

È rinascita, è la natura che si sveglia e noi con lei pronti a lanciarci verso nuove prove (ma magari ancora non esattamente pronti per quella costume) pieni di vitalità e voglia di fare.

Per questo mese abbiamo scelto una meta italiana bellissima in qualsiasi stagione come Napoli, l’Irlanda con i suoi festeggiamenti per il St Patrick Day e l’India dove a marzo si celebra l’Holi, la famosa festa dei colori.

Vi abbiamo convinto? Siete pronti a partire con noi? Andiamo!

Partire a marzo in Italia: Napoli per un weekend

  • Le parole d’ordine: cibo, simpatia e tanti tanti ma tanti chilometri a piedi

partire a marzo: Napoli

Napule è mille culure,
Napule è mille paure
Napule è a voce de’ criature
che saglie chiane chiane
E tu sai ca nun si sule

  • Pino Daniele

 

Ci verrebbe da dire che è sempre il momento buono per visitare Napoli e, data la sua posizione, è una delle prima dove possiamo approfittare delle prime giornate di primavera senza la paura che un acquazzone e una giornata di freddo improvviso ci colpisca: oddio può succedere ma abbiamo molte meno possibilità delle città del nord.

Se si desidera e si può partire a marzo ma si hanno pochi giorni a disposizione e budget limitato, l’ideale è rimanere in Italia e trascorrere a Napoli almeno un weekend ma meglio se lungo. Si può così perdere nei quartieri più tradizionali, come la Sanità di Totò dove, tra un panariello  che cala dal balcone, una sfogliatella e una visita alle ville storiche e sarà già ora di andare a godere del tramonto prima di un’immancabile vera pizza napoletana.

Poi ci sono i musei, le chiese, la Napoli sotterranea e le esposizioni temporanee per perdersi nei tempi passati e ritornare poi ai più moderni giorni nostri nelle nuove stazioni della metropolitana.

Partire a marzo in Europa: Irlanda

  • Le parole d’ordine: verde, musica e tanta festa

partire a Marzo: St Patrick Day in Irlanda

Il cielo d’Irlanda è un oceano di nuvole e luce
Il cielo d’Irlanda è un tappeto che corre veloce
Il cielo d’Irlanda ha i tuoi occhi se guardi lassù
Ti annega di verde e ti copre di blu

  • Fiorella Mannoia

L’Irlanda con le sue bellissime scogliere, le abbazie, le grotte mozzafiato e i piccoli paesini è senza dubbio una destinazione da non perdere in Europa.

Ancora più in imperdibile a marzo durante i festeggiamenti di St Patrick, patrono nazionale: il 17 marzo, infatti, le strade si riempiono di musica, allegria, trifogli e tutto è colorato di verde. La festa è stata esportata in tutto il mondo dalla comunità irlandese: pensate che perfino a Tofo, in Mozambico, ho conosciuto il proprietario di un locale centrale in città che ha confermato che in questa occasione ogni anno viene organizzata una grandissima festa.

Il 17 marzo quest’anno cade di sabato, rendendolo un’imperdibile occasione per spostare i nostri festeggiamenti del pub sotto casa fino a Dublino: pensateci, date un’occhiata ad un low-cost Ryanair e alle offerte di AerLingus, la compagnia di bandiera, e se le condizioni ci sono via per un bel week-end fuori porta.

Partire a marzo nel mondo: India

  • Le parole d’ordine: colori, purificazione e amore

partire a marzo: holi in India

Riavviciniamo i sogni più lontani
e tu lo sai che non c’è segreto per vivere a colori.
Per vivere, vivere a colori

  • Alessandra Amoruso

Forse una delle feste più belle al mondo, di sicuro la più colorata, l’Holi Festival si festeggia i primi giorni del mese di marzo quest’anno e i luoghi più caratteristici dove andar ad ammirare questa particolarissima festa si trovano della parte nord dell’India.

In questa giornata viene celebrata la sconfitta del male a favore del bene, si perdona chi ci ha fatto un torto, si dimostra amore ai propri cari e, soprattutto, si fa festa lanciandosi polveri colorate vegetali e secchiate d’acqua. Proprio questa è la ragione per cui spesso viene ricordato da molti come il Festival dei Colori.

Quindi, perchè non cogliere l’occasione al volo per un viaggio in India? È vero che ormai viene festeggiata spesso in diverse città, che le color run sono di gran moda ma credo proprio non ci sia paragone con poter vivere l’intera esperienza anche dal punto di vista spirituale soprattutto per quanto riguarda la preparazione dei giorni precedenti.

L’occasione poi, sarebbe ottimo per andare alla scoperta di Delhi e di Agra, magari indossando un bellissimo sari tradizionale indiano, per rimanere a bocca aperta davanti alla maestosità del Taj Mahal, non a caso è una delle nuove sette meraviglie del mondo.

Allora, hai deciso dove andrai in questo mese di marzo? Hai mai partecipato ad uno di questi festival o visitato una delle destinazioni che abbiamo raccomandato questo mese? Raccontacelo nei commenti!

2018-06-21T06:37:41+00:00 26-02-2018|0 Comments

About the Author:

Ciao, io sono Nicky! A luglio ho fatto trent'anni e proprio nel mezzo del cammin di nostra vita, ho deciso di abbandonare la selva oscura di Milano e fare il giro del mondo. La mia passione da sempre sono i viaggi e tutto quello che è effimero e temporaneo, credo che un solo momento possa cambiare una giornata. Adoro i colori e la natura che, in realtá, molte volte sono la stessa cosa e quando succede è meraviglia. Sono una Viaggiatrice, sono una persona appassionata, la logistica è il mio pane e l'onestá il mio maggior valore. Il mio maggior lusso è esser una travel blogger.

Leave A Comment