Playlist on the road: gli Stati Uniti La colonna sonora per il vostro viaggio negli USA

Mai le parole playlist e USA “on the road” potevano suonare meglio insieme, finalmente è arrivato il momento tanto agognato per le Sisters on trip: scegliere per voi le canzoni adatte al Viaggio per eccellenza, il viaggio che tutti almeno una volta (dai ammettetelo) avete sognato di fare.

La scena è la seguente: voi a bordo di un Harley o al volante di una Mustang fiammante mentre percorrete la Route 66 in uno dei suoi tratti piú belli, non si vede nessuno a miglia di distanza, solo voi e la strada che si perde all’orizzonte, deserto e terra rossa…l’avete visualizzata? Ok, adesso immaginate la colonna sonora che vorreste ascoltare. La state già canticchiando? No??

Niente paura, siamo qui apposta per aiutarvi: la scelta è difficile, ardua oseremmo dire ma cercheremo di accontentare tutti i gusti musicali, d’altronde gli Stati Uniti sono la patria della musica e dei generi piú disparati. Questa ricchezza è dovuta all’incredibile “meltin pot” di tradizioni che contraddistingue il territorio statunitense.

La storia insegna che in questo Paese, giá popolato dalle tribú dei nativi americani, arrivarono, a partire dal XVI secolo, gli europei e con loro, successivamente, gli schiavi africani. Non è difficile immaginare che una varietà di popolazioni simile, ognuna col suo bagaglio di cultura, generasse altrettante varietà di generi musicali: ed ecco il folk, il blues, il country, il jazz, il gospel, l’R&B ma soprattutto il genere che derivó e prese spunto da tutti questi generi: il Rock&Roll.

Ebbene sí, il rock&roll che tutti conosciamo,quello che dalla metà degli anni 50 ha spopolato negli USA e che da lí in poi avrebbe influenzato le mode, gli stili di vita e anche il linguaggio, insomma una vera e propria rivoluzione sociale. Il resto è storia.

Ma ora basta con le parole, lasciamo che siano le canzoni a parlare!

Georgia on my mind – Ray Charles

E partiamo in modalità relax con questo brano, siamo appena partiti e i km da percorrere sono ancora tanti, il sole è appena sorto e la strada è tutta per noi.

Georgia on my mind”, scritta nel 1930 ma resa celebre da genio della musica soul, Ray Charles: nato ad Albany, capitale dello stato della Georgia negli Stati Uniti, è considerato uno dei migliori artisti di tutti i tempi. La canzone che vi proponiamo è dedicata proprio all’omonimo stato che dal 1979 è la sua canzone ufficiale.

Jailhouse rock – Elvis Presley

Aumentiamo il ritmo con il secondo brano interpretato dal Re del rock’n’roll, signori e signore ecco a voi Elvis Presley, siamo a Memphis, Tennessee.

Icona e forse il piú celebre cantante del secolo scorso detiene il record per il maggior numero di dischi venduti da un solo cantante.

Elvis the Pelvis” non poteva mancare nella nostra playlist.

(You make me feel) like a natural woman – Aretha Franklin

Restiamo a Memphis, anno 1967. Siamo di fronte a una leggenda vivente, una donna con la “D” maiuscola, e se Elvis è considerato il Re, Aretha è senza dubbio la Regina del Soul.

Il 3 gennaio 1987 è stata la prima donna a entrare a far parte della Rock and Roll Hall of Fame, vincitrice di ben 21 grammy award che nel mondo della musica è l’equivalente del premio Oscar per il cinema.

Nel 2015 ha interpretato questo brano in onore di Carole King (autrice del testo) facendo commuovere il pubblico e tra di loro l’ex presidente degli Stati Uniti, Barack Obama.

Vi proponiamo proprio questa versione, da brividi!

I walk the line – Johnny Cash

Nashville, Tennessee, John Ray Cash meglio noto come Johnny Cash.

Cantautore, chitarrista e attore, considerato una delle icone della musica country.

Nella sua carriera ha venduto piú di 90 milioni di dischi. Con la moglie June si è battuto a favore dei nativi americani e ha tenuto molti concerti nella carceri statunitensi. Insomma, non era di certo un tipo tranquillo!

Secondo noi questa è proprio la classica canzone da ascoltare “on the road”.

Born in the USA – Bruce Springsteen

E non poteva mancare “the Boss” nella nostra playlist on the road. Nato nel New Jersey il 23 settembre del 1949, all’età di 6 anni, dopo aver assistito a un’esibizione di Elvis Presley, decise che sarebbe diventato un cantante…beh, il ragazzo era determinato!

Born in the Usa” è il settimo album di Bruce da cui è tratto l’omonimo brano che vi proponiamo: sebbene sia spesso interpretato come brano patriottico, la canzone tratta il tema degli effetti della guerra del Vietnam sugli statunitensi.

La canzone è stata inserita nella classifica delle 500 migliori canzoni di tutti i tempi.

Take me home, country roads – John Denver

Continuiamo il nostro viaggio e arriviamo nella Virginia Occidentale, protagoniste le sue strade di campagna e i meravigliosi paesaggi circostanti.

John Denver scrisse questo brano nel 1971 ed è sicuramente il suo pezzo piú conosciuto a livello mondiale. Molte cover sono infatti state realizzate su questo pezzo dal sapore cosí americano.

A noi fa letteralmente sognare con quella vena country e nostalgica che è perfetta per percorrere le strade degli USA.

Kozmic Blues – Janis Joplin

Spostiamoci piú a sud e precisamente in Texas con questo brano graffiante e potente proprio come Janis Joplin che nonostante la sua breve vita (è morta a soli 27 anni per overdose) è riuscita a lasciare il segno nella storia della musica. Giovane ma saggia:

There’s a fire inside of everyone of us, huh-uh,

I’m gonna need it now,

I’m gonna hold it yeah,

I’m gonna use it till the day I die.”

Californication – Red Hot Chili Peppers

Se il vostro sogno è un viaggio “on the road” la California non puó mancare di certo, con ben 10 parchi nazionali e bellezze naturalistiche uniche al mondo.

Ed è a Los Angeles, capitale dello stato, che nel 1983 nasce uno dei gruppi rock americani piú influenti: i Red Hot Chili Peppers: con questa canzone i RHCP vogliono mostrarci anche il lato “oscuro” di Hollywood, non solo culla luccicante del cinema e fulcro della società occidentale.

Ci piace!

Don’t stop ‘til you get enough – Michael Jackson

E dal rock passiamo al pop, con il Re indiscusso di questo genere, l’unico ed inimitabile Michael Jackson! Talento indiscusso sia come cantante che come ballerino (ideatore del moonwalk) abbiamo scelto il brano tratto dal suo primo album da solista, per continuare il nostro “viaggio virtuale” on the road.  Il video fa davvero venire voglia di ballare!

Per questa sua interpretazione nel 1980 vinse tre American Music Award e un Grammy Award.

Like a rollin’ stone – Bob Dylan

Concludiamo questa selezione di brani con un’altra icona della musica mondiale, cantautore, poeta, compositore; originario del Minnesota vanta innumerevoli riconoscimenti non solo in campo musicale ma anche nel campo della letteratura e del cinema: stiamo parlando di Bob Dylan.

Like a rolling stone è un brano tratto dall’album “Highway 61 revisited”  del 1965; La Highway 61 è una strada americana che va dal Minnesota fino alla foce del fiume Mississippi. Questa canzone è diventata un vero e proprio inno generazionale e ancora oggi, piú di 50 anni dopo, appena la sentiamo passare in radio, in tv o riecheggiare a qualche concerto, non possiamo fare a meno di intonarlo.

Se ti è piaciuto questo pezzo, forse potrebbe interessarti leggere anche:

Le classifiche ci piacciono sempre un sacco e ci aiutano a destreggiarci tra milioni di informazioni per scegliere meglio cosa fare, cosa mangiare e dove andare. Signore e signori qui le nostre classifiche, sentitevi liberi di aggiungere nei commenti tutto ciò che non abbiamo nominato ma secondo voi degno di nota.

2018-07-29T19:43:00+00:00 11-05-2018|0 Comments

About the Author:

"Ci hanno sempre chiesto se siamo sorelle e la risposta è no o meglio sí ma di viaggi!" Vittoria, la timida con occhi azzurri, Laura la riccia e un pó ribelle... Con noi un bagaglio di viaggi, fatti insieme e non, episodi divertenti, curiosità e consigli su tante destinazioni visitate insieme. Pensieri raccolti durante le nostre avventure e testimonianze di persone che come noi hanno potuto "assaggiare" la vera essenza di un posto. Il tutto condito da buona musica, nonché colonna sonora dei nostri viaggi. Queste sono le SISTERSONTRIP. Siete pronti a sognare con noi? Laura personal travel specialist e Vittoria traduttrice.

Leave A Comment