Italia in viaggio Viaggio in Italia con il Filo di Nicky 2018-11-20T22:41:24+00:00

Italia in viaggio

Viaggio in Italia con il Filo di Nicky

L’Italia è un paese tutto da scoprire, dai mille sapori e colori, ricco di storia e cultura. Il territorio italiano è, infatti, intriso di migliaia di secoli di storia, di popoli che hanno attraversato, conquistato e vissuto in questo straordinario luogo, contribuendo a farne una terra dai mille volti.

Il viaggiatore odierno può visitare l’Italia dei sapori, divertendosi a sperimentare le mille cucine tipiche di ogni regione; oppure può recarsi nei tantissimi musei, monumenti, chiese, basiliche, che sono disseminate sul territorio nazionale, alla scoperta di secoli di arte e di storia. Illustri artistiscrittori, personaggi impegnanti in diversi ambiti culturali e scientifici hanno, infatti, reso grande questo paese.

Dagli ulivi della Puglia, alle arance e limoni della Sicilia fino ai formaggi e salumi del Trentino, ogni regione italiana conserva materie prime e prodotti locali che la caratterizzano e contribuiscono a rendere unica e celebre in tutto il mondo la cucina italiana.

L’Italia nel mondo è conosciuta, infatti, per l’arte, per le tante opere e nomi di artisti quali quelli di Michelangelo, Raffaello, Giotto, solo per citarne alcuni; per le tante correnti artistiche e letterarie, che hanno visto protagonisti scrittori come Dante, Boccaccio, Petrarca e moltissimi altri, rendendo la cultura italiana simbolo di raffinatezza e perfezione, riconosciuta tale a livello mondiale.

Milioni di visitatori ogni anno giungono da ogni parte del globo in Italia per ammirare tali capolavori e per degustare i mille sapori della cucina italiana.

La bellezza dei territori e i panorami mozzafiato fanno poi da cornice a un Paese straordinario che racchiude in sé mare, monti, colline, montagne, fiumi, laghi, tra i più belli al mondo. Da nord a sud vi è un trionfo di bellezze naturali e paesaggistiche, che hanno ispirato e continuano ad ispirare artisti, scrittori e grandi registi, che scelgono di girare in Italia film che contribuiscono a rendere ancor più celebre questo paese per le sue bellezze.

Città italiane quali Napoli, Firenze, Roma, Venezia e moltissime altre, sono poi riconosciute in tutto il mondo quali perle preziose e rare che testimoniano di un passato ricco di storia e cultura.

Viaggiare in Italia è come immergersi in una tela d’artista, dai mille colori, che aspetta solo di essere scoperta e indagata in tutte le sue prospettive, per svelarsi nei suoi infiniti giochi di luci e ombre, che per quanto la si osservi sembrerà sempre diversa, seppur costante nel suo emanare un senso di eterna bellezza. Questa è l’Italia, non resta che scoprirla insieme!

Cartina: Italia

L’Italia con i suoi 302 072,84 km² di estensione è, per la sua posizione strategica, collocata tra mare Adriatico, mar Tirreno, mar Ligure, Mar Ionio e Mar Mediterraneo, uno degli Stati europei più influenti a livello commerciale.

Collocata nella parte meridionale dell’Europa, ha per secoli rappresentato uno snodo importante per i traffici commerciali dall’Oriente e le importazioni ed esportazioni a livello mondiale. Infatti, mentre Il confine settentrionale è delimitato da Stati quali Francia, Svizzera, Austria e Slovenia, la parte restante del territorio è circondata da mari.

La sua forma di governo attuale, quella di Repubblica parlamentare democratica, è frutto di secoli di lotte e garantisce alla popolazione italiana, costituita da 60, 5 milioni di abitanti, una partecipazione condivisa alla vita politica del Paese, di cui si fa garante la Costituzione italiana, coi suoi principi.

Capitale d’Italia

strade di Nuova Delhi

La capitale, Roma, oltre a essere il centro della vita politica del Paese è anche centro della Cristianità mondiale e attira ogni anno milioni di viaggiatori che, per motivi religiosi o turistici, vi giungono per visitarla. Caso particolare è poi quello di Città del Vaticano che pur essendo collocata fisicamente entro il territorio della città di Roma costituisce, coì come San Marino, uno Stato indipendente su territorio Italiano, un’enclave, con giurisdizione indipendente dalla Repubblica italiana (altro caso particolare è poi rappresentato dall’exclave di Campione d’Italia che, pur appartenendo all’Italia, è posto su territorio svizzero).

Di fatto Roma, sede del Parlamento, del Senato della Repubblica, con importanti edifici simbolo del potere politico nazionale italiano (Palazzo del Quirinale, Palazzo Madama, Palazzo Montecitorio, Palazzo Chigi) detiene anche il ruolo di città italiana simbolo del potere spirituale, grazie alla presenza sul suo territorio dello Stato di Città del Vaticano.

Monumenti importanti, quali il Colosseo, piazza San Pietro (con l’omonima Basilica contente i celebri affreschi michelangioleschi della Cappella Sistina e la scultura marmorea della “Pietà di Michelangelo”), Castel Sant’Angelo, i Musei Vaticani, il Pantheon, la fontana di Trevi e le tante chiese e siti archeologici, fanno di Roma un “museo a cielo aperto”Camminando per le vie di Roma ovunque è possibile incontrare colonnati, sculture o semplicemente strade, che riportano alla memoria antiche gesta e civiltà che hanno reso grande il nome di Roma in tutto il mondo.

Economia italiana

piedi segnati di un uomo indiano

L’economia italiana, che per secoli si era retta sulle attività agricole, ha subito un mutamento importante nel corso del secolo scorso. Il settore agricolo, infatti, ha mantenuto un buon livello di attività nelle regioni del sud del paese, ma al nord è sempre più prevalsa un’economia basta sull’industria.

Questo ha portato a una svolta epocale, per cui nella produzione di carni, vino, pesce e alimenti sia venduti sul territorio nazionale, che esportati all’estero, si è registrato un crescente divario tra la parte a sud del Paese, occupata a far fruttare le terre attraverso lavori artigianali e il nord del paese sempre più impegnato ad assumere un ruolo di guida dell’Italia dal punto di vista economico, sfruttando logiche di profitto ancor prima che di qualità, che vedevano nel settore industriale, nell’automatizzazione dei servizi, un punto di svolta a un’economia che fino a quel momento era basata sul lavoro del piccolo contadino e artigiano.

Attualmente l’economia Italiana soffre ancora di questa divisione tra nord e sud del Paese, che ha condotto sempre più a un divario economico tra un Italia ricca, quasi di “serie A” e un’Italia povera, di “serie B”. Questo divario si è accentuato anche per la presenza di organizzazioni criminali che hanno rallentato e ostacolato lo sviluppo industriale e culturale del meridione d’Italia.

l’Italia nel quadro europeo si pone quasi agli ultimi posti in riferimento al PIL e registra un debito nei confronti dell’Europa di diversi milioni di euro.

Tuttavia l’Italia detiene il secondo posto in Europa per produzione mondiale nel settore manifatturiero e conserva una tradizione industriale legata alla piccola-media impresa a conduzione familiare.

Altro settore dell’economia italiana è quello dei giacimenti minerari che si concentra attualmente soprattutto sulle attività di estrazione nelle tante cave di marmo, pomice, ossidiana, pozzolana e talco. Materiali usati per il settore edile. Mentre per materie prime e idrocarburi, gas e petrolio, è costretta a dipendere da importazioni da paesi esteri. Per tale motivo sono in atto numerose sperimentazioni per l’utilizzo di fonti alternative rinnovabili.

Il vero settore trainante dell’Italia resta il terziario legato al turismo, ai trasporti e al commercio.

Popolazione italiana

I territori dell'India

Al quarto posto tra i paesi dell’Unione Europea per numero di abitanti, l’Italia (60 497 174 abitanti) presenta una popolazione variegata in termini di etnie (rumeni, albanesi, marocchini etc.).

La popolazione italiana, infatti, sta affrontando, soprattutto negli ultimi anni, un fenomeno di immigrazione massiva di extra-comunitari, che giungono attraverso barconi sulle coste meridionali italiane. Questo fenomeno si pone in netto contrasto con altri eventi che stanno conducendo moltissimi giovani e non solo ad abbandonare il territorio italiano per raggiungere altre aree d’Europa o del mondo in cerca per lo più di lavoro.

Se a questa emigrazione di massa di sommano i numeri molto bassi riguardanti la natalità e quelli molto alti riguardanti l’indice di vecchiaia, comprendiamo quanto lento sia il ritmo con cui la popolazione italiana sta crescendo.

Storia d’Italia

I territori dell'India

Le radici della civiltà italiana sono indissolubilmente legate a quelle del bacino del Mediterraneo, attorno a cui si sono sviluppati quei flussi commerciali che hanno visto il territorio italiano sempre al centro di eventi storici e movimenti di culture e di merci tra mondo Orientale, Occidentale e il resto del mondo.

L’eredità delle culture antiche, in particolare di quella greco-latina, ha reso l’Italia terra testimone di passaggi storici di importanza cruciale per il nascere dell’Europa così come la conosciamo oggi. Dall’Impero romano, al ruolo centrale del papato, fino alle invasioni dei popoli Goti, Longobardi e poi degli Arabi, Bizantini e Normanni, tutto ciò ha contribuito a rendere la cultura italiana ricca e variegata.

Il passaggio dall’epoca Medievale comunale e feudale delle grandi signorie (che ereditava dal mondo greco la frammentazione propria delle città-stato, ben collegate da reti commerciali efficienti e che resero il territorio italiano crocevia importante a livello commerciale) al periodo delle grandi monarchie nazionali, portò l’Italia a divenire centro culturale d’Europa tra Umanesimo e Rinascimento.

Subendo la dominazione dell’impero spagnolo prima e della monarchia austriaca poi, l’Italia dovette lottare duramente per ottenere l’indipendenza dalla Francia e dalle potenze straniere, ma il risultato fu l’Unità raggiunta nel 1861.

Ma la storia dell’Italia fu segnata soprattutto da alleanze, dapprima per ottenere l’egemonia coloniale su territori nel Nuovo Mondo, spartiti con le principali potenze europee, e successivamente per appoggiare le pretese egemoniche delle stesse nel corso della Prima e Seconda guerra mondiale.

Fu proprio in seguito alla sconfitta subita dopo questo secondo conflitto mondiale che in Italia, con il referendum del 1946, verrà votata dai cittadini l’abolizione della monarchia sabauda e l’istituzione della forma di governo repubblicana.

Il boom economico che ne seguì vide l’Italia riaffermare il suo ruolo di grande potenza industriale, e divenire una delle nazioni fondanti del G6 nel 1975, poi G8 nel 2001.

L’Italia sarà, infine, tra i sei Paesi fondatori dell’Unione europea e dal 2001 adotterà l’euro come moneta unica.

Una storia complessa, quella dell’Italia, che testimonia di un popolo che ha duramente combattuto per ottenere un’unità che non fosse solo territoriale o politica, ma soprattutto culturale e fondata su grandi ideali.

Italia: turismo

I territori dell'India

Settore trainante dell’economia italiana, il turismo costituisce per l’Italia la fonte principale di reddito. Con le sue meraviglie paesaggistiche, le sue città ricche di storia e cultura e i suoi mille volti, l’Italia cattura ogni anno l’interesse di milioni di turisti che giungono da tutto il mondo per ammirare il bel Paese”

Non sono da trascurare, tuttavia, i numeri importanti dei flussi turistici interni, che portano tanti italiani ogni anno a scegliere di visitare e trascorrere le proprie vacanze nelle molte località disseminate sul territorio nazionale.

Napoli

I territori dell'India

Situata nella regione Campania, di cui è capitale, Napoli è tra i comuni più densamente abitanti sia d’Italia che d’Europa, con i suoi 964.000 abitanti.

Città ricca di storia, arte e cultura, Napoli fu nell’antichità snodo commerciale di grande importanza nella Magna Greciaducato autonomo dopo il crollo dell’Impero romano nell’VIII secolo e poi capitale del Regno di Napoli e, all’epoca della Restaurazione, capitale del Regno delle Due Sicilie, fino all’Unità d’Italia.

La sua vicinanza al Vesuvio, vulcano tuttora attivo, riporta alla memoria l’antica Pompei, città romana distrutta dall’eruzione di questo vulcano nel II millennio a.C.

Celebre in tutto il mondo per i piatti tipici della sua cucina, Napoli è rinomata anche per la pizza napoletana.

Per la presenza di opere architettoniche appartenenti a fasi storiche e culture differenti, che entrarono in vario modo a contatto con questa città, l’UNESCO ha riconosciuto nel 1995 il centro storico di Napoli patrimonio dell’umanità. Il Duomo di San Gennaro ricco di affreschi, Palazzo Reale e il Maschio Angioino, sono tra i più visitati da milioni di turisti ogni anno.

Firenze

I territori dell'India

Capoluogo tra i più densamente popolati della Toscana, Firenze è conosciuta in tutto il mondo per l’importanza rivestita da questa città sia in epoca medievale, quando fu un importante centro culturale, commerciale e politico; sia nell’età moderna, quando fu capitale del Granducato di Toscana, abitata dalle celebri famiglie dei Medici e dei Lorena.

Culla del Rinascimento”, conserva in sé monumenti e opere d’arte considerate tra le più belle al mondo. Santa Croce, Santa Maria Novella, gli Uffizi, Palazzo Vecchio, Piazza della Signoria, il Duomo (con la cupola del Brunelleschi) sono solo alcune delle mete visitate ogni anno da turisti provenienti da ogni parte del mondo.

Roma

I territori dell'India

Capitale della Repubblica Italiana, Roma è città capoluogo del Lazio che ci riporta alla mente la grandezza dell’Impero romano, di cui fu capitale.

Percorrendo le strade di Roma ci si accorge di quanto siano ricche di storia. Dal Colosseo al Foro romano, tutto ci riporta a quell’antica civiltà che rese grande il nome di Roma nel mondo e che tanto influenzo vari ambiti della cultura e civiltà di tutto il mondo occidentale.

Definita Urbe Caput MundiCittà eterna, conserva nell’immaginario collettivo l’immagine di luogo in cui la grandezza della storia antica rivive attraverso monumenti e rovine.

Nella Città del Vaticano, sede della Chiesa Cattolica, si trovano la Basilica di San Pietro e i Musei Vaticani, che ospitano capolavori come la Cappella Sistina affrescata da Michelangelo.

Venezia

I territori dell'India

Venezia coi suoi 260.802 di abitanti è il comune più popolato e il capoluogo della regione Veneto. Conosciuta nel passato come “la Serenissima”, in quanto capitale della Repubblica Veneta, Venezia è considerata patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.

La città lagunare di Venezia è costituita unicamente da canali in cui navigano le gondole che ogni anno accompagnano i turisti lungo le vie della città, tra palazzi rinascimentali e bellezze senza tempo. Il più importante tra questi è il Canal Grande.

Nella piazza centrale, piazza San Marco, sorge la Basilica di San Marco, all’interno della quale sono conservati preziosi mosaici bizantini. Accanto alla basilica vi è il campanile di San Marco, che dà i turisti la possibilità di godere di una straordinaria vista panoramica della città.

La cucina italiana

I territori dell'India

Viaggiare per l’Italia e assaporare i mille cibi e bevande della tradizione di ogni regione. Questa è l’Italia dei sapori che dai formaggi del Trentino, al ragù bolognese, agli spaghetti alla carbonara romani, fino agli arrosticini abruzzesi, alle orecchiette e agli involtini al sugo pugliesi, alla nduja calabrese, la pizza napoletana, senza dimenticare i cannoli e le cassate siciliani, ci conduce lungo un itinerario tutto da gustare.

Ogni luogo, ogni città o piccolo paesino sembrano aver fatto delle pietanze locali un motivo d’orgoglio, costruendo un senso di comune appartenenza intorno a una tradizione locale legata al cibo e che viene tramandata di generazione in generazione, di famiglia in famiglia.

La cucina italiana nel mondo è certamente molto apprezzata e le è riconosciuto un primato, quello di utilizzare le diverse materie prime, impiegate per realizzare un piatto tipico, proprio come un’artista fa ricorso alla sua tavolozza di colori per dipingere un quadro. La bellezza della cucina italiana sta nel dettaglio, nella ricercatezza dei singoli ingredienti e nella cura meticolosa di ogni passaggio.

Cultura italiana

I territori dell'India

Il patrimonio artistico italiano consta di bellezze di inestimabile valore. Secoli di storia disseminati lungo tutto il territorio nazionale: monumenti, chiese, palazzi storici, templi, borghi. In Italia le testimonianze dei templi greci, dell’architettura romana, della pittura rinascimentale, sono solo alcuni degli esempi dei simboli che hanno reso la cultura italiana celebre nel mondo.

Le opere del fiorentino Dante, i cui versi della “Divina Commedia” sono stati recitati in tutto il mondo dalle voci di autorevoli personaggi, sono solo alcuni degli esempi a cui si pensa quando si guarda da stranieri all’Italia.

Il contributo della cultura italiana al sapere mondiale è stato immenso nei secoli. Pensiamo solo all’Impero Romano e alla diffusione della cultura greca e latina nel mondo, in seguito alla sua enorme espansione; alle opere di artisti che attraverso le loro scuole hanno contribuito a creare generazioni di pittori e scultori aderenti alle più disparate scuole di pensiero e che hanno contribuito a rendere palazzi, corti, castelli e chiese luoghi contenenti opere d’arte, affreschi e sculture che ancora oggi possiamo ammirare in tutto il loro splendore, tra tante basti citare l’arte del Rinascimento.

Nell’ambito delle discipline scientifiche, tecnologiche, da Leonardo Da Vinci a Galileo, il nome dell’Italia risuona in tutto il mondo. Dalla Reggia di Caserta, al Duomo di Milano, a Piazza San Marco a Venezia, fino ai Faraglioni di Capri, alle bellezze paesaggistiche della Sicilia che hanno ispirato scrittori come Pirandello; per non parlare Cinema e dei grandi nomi che hanno portato il nome dell’Italia nel mondo (Alberto Sordi, Sofia Loren o registi come Federico Fellini).

Leggi tutti gli articoli sull’Italia

Fonti