Benvenuta in Sri Lanka, benvenuta a Kandy Lasciata l'India arrivo in Sri Lanka pronta ad una nuova avventura

  • Tempo di lettura 2′

  • Trivandrum, India – Kandy, Sri Lanka

  • 3 gradi di separazione

La prima tappa indiana (perché si, ce ne saranno altre) è conclusa e sono arrivata in Sri Lanka. Il viaggio è stato più lungo del necessario e sono giunta qui senza più nemmeno un minimo di energia: batteria scarica scarica!

All’1:30 di notte ho lasciato il mio hotel di Trivandrum (India) alla volta dell’aeroporto, il mio volo per Colombo sarebbe partito alle 5:00 e tutti mi avevano consigliato di arrivare con almeno 3h di anticipo. Già, così ne ho passate poi due sulla seggiolina del gate a congelare sotto l’aria condizionata. So che di solito rischio tanto arrivando sempre all’ultimo, ma sapete quanto sono scomode le sedie negli aeroporti?

Il volo è stato rapidissimo e siamo atterrati che era ancora notte, faceva quasi freddo. Fortuna che tra l’acquisto di una nuova sim card per il cellulare e i controlli di frontiera ho passato un’altra ora a vagare per l’aeroporto e quando sono uscita c’era la piacevole luce del mattino.

Bisognerebbe arrivare in un posto nuovo di mattina: la luce meravigliosa che avvolge le cose, le persone che vanno al lavoro o portano i bambini a scuola, il profumo della città appena sveglia.

Prendo un tuk-tuk, tanto per continuare con l’abitudine indiana e mi faccio accompagnare alla stazione dei treni dove aspetto un’altra oretta e mezza mentre sorseggio un tea nero e penso all’Italia completamente addormentata.

Intorno tantissime bambine vestite di bianco con le trecce lunghe e scure e bambini in calzoncini blu e t-shirt immacolata vanno a scuola allegri e ordinati. Qualcuno a scuola è già arrivato e aiuta bagnando le piante o spazzando per terra.

Il viaggio in treno dura due ore, metà del quale l’ho passato seduta a terra dopo aver rischiato almeno due volte di addormentarmi in piedi, ho decisamente bisogno di dormire e non ho nessuna voglia di cader a terra come un sacco di patate!

A Kandy trovo la prima famiglia ad attendermi, è quella di un amico di un’amica con cui sono stata a scuola in Trentino. Durante l’università a Roma ha conosciuto Radzi e lui oggi si è raccomandato con la sua famiglia di accogliermi come una di casa ed è proprio così che mi sento.

Entrata in camera trovo lo stesso copripiumino dell’Ikea a quadrati rossi e arancioni che ho sul mio letto a Como e mi sento ancora più a casa.

Ora è il momento di riposare un po’ che tra poco si va alla scoperta della città!

Kandy era la vecchia capitale dello Sri Lanka, si trova all’interno ed è tutta circondata da una rigogliosa vegetazione. L’hai visitata anche tu? Cosa ti è piaciuto di più?

2018-04-15T19:09:29+00:0010-01-2017|0 Comments

About the Author:

Ciao, io sono Nicky! A luglio ho fatto trent'anni e proprio nel mezzo del cammin di nostra vita, ho deciso di abbandonare la selva oscura di Milano e fare il giro del mondo. La mia passione da sempre sono i viaggi e tutto quello che è effimero e temporaneo, credo che un solo momento possa cambiare una giornata. Adoro i colori e la natura che, in realtá, molte volte sono la stessa cosa e quando succede è meraviglia. Sono una Viaggiatrice, sono una persona appassionata, la logistica è il mio pane e l'onestá il mio maggior valore. Il mio maggior lusso è esser una travel blogger.

Leave A Comment