Le cinque riserve naturali più belle dell’Africa I safari sono delle esperienze indimenticabili, noi ti indichiamo i parchi più belli

Cosa ti viene in mente quando pensi all’Africa? A me viene in mente il Re Leone: la terra rossa illuminata dalle calde luci del tramonto con tanti animali di tante specie diverse all’orizzonte e con scorci paesaggistici mozzafiato.

Devi assolutamente immergerti nella natura visitando almeno una tra le cinque più belle riserve naturali in Africa!

Kruger National Park, Sudafrica

Il Kruger è la riserva naturale più grande del Sud Africa.

È nata nel 1898 e si estende su di un’area di circa 20.000 km². Fa parte della “Kruger to Canyons Biosphere”,  nominata dall’UNESCO Riserva Internazionale dell’Uomo e della Biosfera.

Viene definito per antonomasia il parco perfetto dove fare un safari indimenticabile infatti è molto facile avere un incontro ravvicinato con i cinque grandi animali della savana: elefante, leone, leopardo, rinoceronte e bufalo.

Il parco, inoltre, ospita oltre 500 specie di uccelli, più di 100 specie di rettili e circa 2000 specie di piante.

Foresta impenetrabile di Bwindi, Uganda

Dichiarato Patrimonio dell’umanità dall’ UNESCO nel 1994, il parco fa parte della Foresta impenetrabile di Bwindi e si estende per un totale di 331 km2.

Il parco ospita circa 340 gorilla di montagna, oltre 350 specie di uccelli e 324 tipi diversi di alberi di cui 14 presenti solo in questo parco. I gorilla di montagna sono purtroppo a rischio di estinzione quindi l’accesso al parco è limitato a poche decine di persone al giorno.

Vedere da vicino queste creature così simili a noi umani credo sia una delle esperienze più formidabili che tu possa avere nelle foreste dell’Africa equatoriale.

Parco nazionale dell’Etosha, Namibia

Hai mai visto il film “2001: Odissea nello spazio”? È stato girato proprio qui, nel parco nazionale Etosha.

Il nome significa “grande luogo bianco” e fa riferimento al colore del suolo del deserto salino. Etosha è conosciuto anche con il nome di Chums e fa riferimento al rumore che si sente quando si cammina sulla crosta salata del pan.

Il periodo migliore per l’avvistamento degli animali è da giugno ad ottobre e, se sarai fortunato, potrai vedere anche un rarissimo esemplare di impala dal muso nero, una specie ormai in via d’estinzione.

Parco nazionale del Serengeti, Tanzania

Il Serengeti National Park è il parco più famoso della Tanzania e accoglie al suo interno  più di 1.500.000 gnu, circa 300.000 zebre, 500.000 gazzelle di Thompson, più di 2700 leoni, 1000 leopardi, 500 ghepardi, enormi mandrie di elefanti, antilopi d’acqua, giraffe, struzzi e quantità abnormi di tantissime altre specie.

Parco nazionale di Sehlabathebe, Namibia

Dal 2013 è patrimonio dell’UNESCO, è parte di un’area di conservazione naturalistica  e fu fondato nel 1969 per preservare la biodiversità ospitata e la cultura locale. Inoltre, è un’importante fonte di acqua per il Lesotho, il Sudafrica e la Namibia.

Le classifiche ci piacciono sempre un sacco e ci aiutano a destreggiarci tra milioni di informazioni per scegliere meglio cosa fare, cosa mangiare e dove andare. Signore e signori qui le nostre classifiche, sentitevi liberi di aggiungere nei commenti tutto ciò che non abbiamo nominato ma secondo voi degno di nota.

2018-05-28T19:24:12+00:0008-11-2017|0 Comments

About the Author:

Ciao, io sono Federi­ca! Ho 24 anni e stu­dio relazioni intern­azionali a Napoli, città dell'incontro e dell' amore. Vivo la mia vita senza tro­ppe restrizioni este­rnando tutte le mie emozioni. Sono empat­ica, amo i colori e il contatto umano. La mia passione più grande è esplorare e ascoltare tutto quel­lo che l'universo ha da raccontare. Mi piace sapere sempre cosa fare e come farlo ma adoro le sfide e credo che gli impr­evisti arricchiscano di sapore la mia qu­otidianità. Mi perdo spesso (e volentier­i!) e credo nelle co­incidenze!!

Leave A Comment