Ndebele: gli artigiani del colore in Sudafrica Approfondimento sulla tribù sudafricana

Il Sudafrica è prezioso per il suo artigianato, e gli Ndebele vantano una lunga tradizione come esperti nella lavorazione di pelle, cuoio e metalli. Ma sono famosi soprattutto per la pittura murale.

Gli Ndebele, una tribù di agricoltori e pastori molto affini alla cultura del popolo Zulu, hanno una vena artistica accentuata che esprimono quotidianamente, nei loro caratteristici villaggi con case dalla pianta rotonda, vivacemente colorate, costruite utilizzando rami e tronchi di legno ed erba.

I costumi tradizionali Ndebele ricordano vagamente quelli degli Zulù. Essendo un popolo basato su regole gerarchiche, anche gli abiti rispecchiano lo status di appartenenza di chi li indossa.

L’arte Ndebele

Le vere artiste sono le donne della tribù, bravissime nella pittura murale, ma anche nella lavorazione delle perline. La loro specialità è realizzare affreschi geometrici con colori vivaci, eseguiti sulle facciate delle loro case. Anche i costumi, dai colori sgargianti, e i tanti accessori utilizzati per ornarsi, riflettono questa propensione all’arte e alla decorazione.

L’uomo Ndebele

Gli uomini abitualmente indossano grembiuli di pelle di animale e perline in rilievo. Gli adulti portano appeso al collo il iporiyana, un simbolo della virilità che viene donato ai giovani dai propri padri dopo il rito di iniziazione.

L’abbigliamento tradizionale dei guerrieri è ricco di piume, pelli di animali selvatici, collane e bracciali di perle di vetro o di metallo. Le fasce di pelle animale e le fasce per caviglie sono anche indossate con un mantello.

 

La donna Ndebele

Anche per le donne, l’elemento principale dei costumi è il grembiule.

Le bimbe e le adolescenti indossano piccoli grembiulini con lavorazioni in rilievo. Le ragazze più adulte indossano l’isiphephetu, un grembiule che, per tradizione, le madri passano alle figlie quando raggiungono la soglia dell’età adulta. Completano il costume, gli isigolwani, dei cerchi ricamati intorno che si portano intorno al collo, alle braccia, alle gambe e alla vita.

Le donne sposate indossano grembiuli più lunghi fatti di pelle temprata e decorati con simboli che raccontano i momenti importanti della loro vita. Indossano anche isigolwani e anelli di rame chiamati idzilla intorno al collo, alle caviglie e alle braccia. Le ragazze e le donne non sposate, tradizionalmente non coprono il seno, mentre le donne sposate si coprono con coperte in strisce multicolori o disegni in rilievo.

Le tribù hanno sempre usi e costumi molto affascinanti e particolari. Ci siamo dimenticati di aggiungere qualcosa? Fallo tu nei commenti!

2018-03-27T16:22:38+00:00 16-12-2017|0 Comments

About the Author:

Ciao, mi chiamo Italia, ma tutti mi chiamano Lia. Vivo ascoltando il mio cuore e cercando di dare spazio a tutto ciò che mi emoziona. Ho un passato da attrice, uno da studentessa di Lettere & Filosofia, e uno da shopping addicted. Amo la moda, viaggiare, gli animali, il mare. Mi interesso di astrologia e spiritualità. Vorrei vivere con i miei gatti e il mio amore, su un'isola. Ma non ho ancora capito quale. Seguo Nicky in questa fantastica avventura, per ammirazione, perchè fare il giro del mondo in solitaria, era uno dei miei desideri da piccola.

Leave A Comment