Viaggiare l’Olanda in bicicletta: pedalare tra canali, mulini e tulipani! Visitare i Paesi Bassi a bordo di una bicicletta è un modo alternativo e salutare oltre che molto più coinvolgente

Viaggiare l’Olanda in bicicletta? Perchè no! Pensiamo all’Olanda e subito di fronte a noi abbiamo immagini bucoliche di verdi distese sulle quali spiccano fieri mulini a vento, campi di tulipani, mercati in cui comprare il formaggio locale e … biciclette, ovviamente!

Si sa, i Paesi Bassi sono una delle nazioni più bike friendly al mondo, ci sono più biciclette che cittadini quassù, e il modo migliore per visitarlo è sicuramente pedalare.

Gli oltre 30 mila km lineari di piste ciclabili, l’ottimo sistema dei knooppunten con cui orientarsi con estrema facilità, il terreno per lo più pianeggiante (sono i Paesi Bassi, appunto!), la cultura olandese che porta un gran rispetto per i ciclisti; sono tanti i motivi per cui una vacanza in bicicletta quassù è davvero un’esperienza da vivere. Meglio ancora se il periodo scelto è quello dei tulipani, per riempirsi gli occhi e le narici degli splendidi colori e degli inebrianti profumi della primavera olandese.

Dove comprare una bici in Olanda

Parliamo della nostra compagna di viaggio: la bicicletta!

Sicuramente un’ottima idea per viaggiare l’Olanda in bicicletta è quella di portare la propria bicicletta trasportandola in aereo. La conosciamo per bene, ci fidiamo di lei, sappiamo come si comporta, molto importante per una compagna di viaggio con cui condividere una vacanza.

Se ciò non è possibile possiamo noleggiare oppure acquistare una bicicletta di seconda mano in uno dei moltissimi negozi olandesi dedicati alle due ruote. Il consiglio è di contattare un negozio nella città di partenza già prima dell’arrivo in loco così da poter essere sicuri di poter trovare la bicicletta che fa per noi.

Optate per una bicicletta da ciclotuirsmo con telaio leggero e cambi che possono essere utilissimi in caso di vento forte. Non dimenticate di verificare la presenza del portapacchi posteriore al quale agganciare le borse da viaggio.

Come noleggiare una bici in Olanda

I noleggi di biciclette sono presenti in ogni città anche se affidarsi a rivenditori locali ha il limite di dover poi riportarla al punto di partenza: poco male se il percorso che avete preparato è circolare ma se prevede tratte in treno in cui, ovviamente, dovreste pagare il biglietto anche per lei o se ripartirete da una città differente è il caso di trovare una soluzione alternativa.

Per poter viaggiare l’Olanda in bicicletta, la rete di trasporti olandese, OV-fiets, ha organizzato anche un servizio di bike-sharing che permette, tramite l’acquisto di una carta magnetica nominale associata al nostro conto bancario o alla nostra carte di credito, di prendere una bicicletta a noleggio ad un prezzo decisamente ridotto (3,85 euro) per 24h e riconsegnarla in un’altra città. (qui trovi più informazioni)

Quest’ultima opzione ha anche un vantaggio dal punto di vista della sicurezza: potete, infatti, depositare la vostra compagna di viaggio ogni sera in una delle apposite stazioni di raccolta e dimenticarvene fino alla mattina successiva. La nota “negativa” è che si tratta di biciclette standard da città, se volete qualcosa di più professionale l’unica soluzione rimangono i noleggiatori locali specializzati.

Andare in Olanda: budget

I Paesi Bassi non sono sono una nazione economica ma è possibile organizzare il tour seguendo alcuni accorgimenti per poter risparmiare un po’.

Un po’ come tutti i Paesi del Nord Europa, ha un costo della vita più alto rispetto a quello a cui siamo abituati in Italia, costo che però viene decisamente percepito come valore nel momento in cui si percorrono le numerose piste ciclabili dello Paese mantenute in perfette condizioni.

Dove dormire in Olanda

Alloggiare in ostelli può essere una buonissima idea perchè spesso sono strutture molto accoglienti e non troppo costose. Se ne trovano numerosi lungo il percorso, come per esempio quelli della catena Stayok: solitamente hanno costi non troppo alti, dispongono di spazi cucina per potersi preparare i pasti principali, e quindi risparmiare un po’, e di spazi per il deposito delle biciclette durante la notte. Per un letto in stanza condivisa il prezzo può partire da 20 €.

Se dopo una giornata di pedalate avete voglia di una stanza tutta per voi allora la spesa si alza un po’ e il mio consiglio è comunque quello di prenotare gli alloggi prima della partenza per evitare di spendere più del necessario, soprattutto in periodi di alta stagione come aprile, mese dei tulipani. Il costo per una stanza singola con bagno privato parte mediamente dai 50/60 €. Anche nel caso di hotel accertatevi sempre che la struttura abbia lo spazio per mettere al sicuro la vostra bicicletta durante la notte.

Quanto si spende per mangiare in Olanda

Come detto avere un alloggio con cucina può essere un’ottima soluzione per colazione e cena fai da te. Se invece avete voglia di rilassarvi un po’ con una cena al ristorante potete mettere in conto una spesa tra i 15/25 € per un pasto semplice ma rifocillante.

Trasporti in Olanda

Il nostro mezzo di trasporto saranno le due ruote. Ma nel caso in cui si abbia voglia di riposare un po’ le gambe percorrendo qualche km a bordo di uno dei treni della rete nazionale portando con voi la vostra bici potete acquistare una OV chipkaart, una carta ricaricabile che vi permette di viaggiare su tutti i mezzi di trasporto. (leggi qui come funziona)

Musei in Olanda

I Paesi Bassi offrono una ampia scelta culturale, tra musei d’arte e di tradizione. Il mio consiglio è di acquistare al vostro arrivo la Museumkaart, un pass che, al costo di 60€ vi permette di entrare in numerosi musei in tutto il Paese.

L’olandese

Non lasciatevi spaventare dalla lingua olandese che può sembrare un po’ ostica al primo ascolto. Quasi tutti gli olandesi parlano un inglese perfetto, soprattutto nelle città principali ma anche nelle zone più rurali riuscirete a comunicare senza problemi.

Se volete conquistare la simpatia dei locali potreste cercare di tenere a portata di mano un paio di parole in lingua olandesi da poter utilizzare. Dankjewell per dire un bel grazie, alsjeblieft significa prego, goedemorgen per il buongiorno e goedeavond per la buonasera. E ovviamente una delle parole più importanti per noi cicloturisti, fiets, bicicletta!

Cosa portare per un viaggio in bicicletta in Olanda

L’bbigliamento adatto è fondamentale per viaggiare l’Olanda in bicicletta. Il tempo è molto mutevole e piove spesso durante tutto l’anno quindi bisogna essere pronti ad ogni evenienza. Abbigliamento tecnico che, messo una notte a stendere asciughi. Anche per le scarpe vale lo stesso, dei copri scarpe impermeabili posso fare la differenza.

Consigli generali

Dare un occhio alle previsioni del meteo per il giorno successivo, senza andare troppo in là perchè sono in continuo mutamento. Ci sono applicazioni molto affidabili, Buienradar per esempio, e in base all’andamento del tempo è possibile programmare gli spostamenti in bici e le visite alle cittadine oppure ai musei locali.

Per viaggiare l’Olanda in bicicletta è consigliabile acquistare in uno dei negozi della ANWB (l’equivalente del nostro ACI) la mappa delle piste ciclabili con la rete dei knooppunten, i punti nodali indicati a bordo strada da cartelli segnaletici oppure scaricare una app con le mappe consultabili anche offline. Questo sistema è di semplicissima lettura e vi aiuterà ad orientarvi al meglio tra le ciclabili olandesi.

Dotarsi di un buon lucchetto e assicurarsi sempre di bloccare la bicicletta ad un palo, una rastrelliera o comunque un supporto fisso.

Nei Paesi Bassi è possibile trasportare la bicicletta su tutti i treni della linea nazionale NS pagando un biglietto supplementare al costo di 6 € a bicicletta al giorno. Può essere utile, seguire con il proprio percorso ciclistico, cittadine dove si trovino le stazioni così che in ogni evenienza sia possibile passare al piano Treno.

Assicuratevi che gli ostelli o gli hotel dove alloggiate abbiano posto sicuro dove posteggiare la vostra bicicletta durante la notte.

Scopri l’itinerario

I viaggi on the road hanno bisogno di itinerari più o meno accurati a seconda della zona che andiamo ad esplorare e del mezzo con cui ci muoviamo. Ripercorriamo tappa per tappa quelli che abbiamo fatto noi e se ci siamo persi qualcosa di sensazionale segnalatecelo nei commenti!

2018-03-25T12:50:07+00:0023-03-2018|0 Comments

About the Author:

Viaggiatrice per passione, sognatrice per scelta. Gli ingredienti che porto con me alla scoperta del mondo che mi circonda: tanta curiosità, entusiasmo, un sorriso sincero e l'immancabile voglia di scrivere e condividere l'emozione della scoperta. Da qualche anno vivo quassù ad Amsterdam, tra canali e mulini, dove ho dato vita a SiAmsterdam e in sella alla mia bicicletta mi diverto a raccontare questo angolo di mondo agli italiani che lo vogliono scoprire Gli ingredienti che porto con me: tanta curiosità, entusiasmo, un sorriso sincero e l’immancabile voglia di condividere l’emozione della scoperta.

Leave A Comment