Il viaggiatore della Vergine e l’importanza del programma di viaggio. Per il più pignolo dello zodiaco l'imprevisto non è previsto. Dove, quando, con chi? Ogni domanda deve avere una risposta

  • Previdente

  • Puntuale

  • Rigido

La Vergine è un segno di terra, dotato di praticità, doti organizzative  e notevole spirito critico. Anche le sue vacanze dovranno rispecchiare questo modo di essere, e seguire un programma prestabilito, flessibile tanto quanto la giornata di addestramento di un corpo militare.

Il viaggiatore della Vergine, infatti, non lascia nulla al caso. Tanto meno i viaggi, che devono essere programmati con attenzione e giudizio. Difficilmente una Vergine si affiderà a qualcuno, senza aver supervisionato ogni decisione.

A prescindere dalla meta, che potrà variare tranquillamente dal mare alla montagna, passando per le capitali europee e le crociere sul Nilo, il viaggiatore della Vergine partirà solo se si sente al sicuro. Il che vuol dire che il programma dovrà essere ben strutturato, avere un senso logico, e rispettare tutte le norme di sicurezza e buon senso. Difficilmente partirà all’avventura, con mezzi di fortuna o con un last second, che lasci poco tempo ai necessari controlli.

La vacanza perfetta per essere tale deve essere organizzata nei minimi dettagli, da qualcuno con la testa sulle spalle : il nostro amico in persona, oppure un tour operator di comprovata esperienza.

In caso di viaggio in macchina la procedura standard prevede: itinerario prestabilito, perchè nel caso in cui il navigatore non trovasse rete, si potrebbe ricorrere alle mappe stampate nei giorni precedenti. Serbatoio pieno, ça va sans dire, e auto appena ritirata dal meccanico.

In caso di viaggio in aereo, valigia semi vuota e portafogli pieno per lo shopping esotico che fa tanto chic.

Per i viaggi in pullman o treno, forse i preferiti dal nostro amico, che in questi casi si rilassa perché non sente la responsabilità della guida e delle persone, non potrà non esibire l’immancabile cestino della merenda, ben fornito in caso di attacchi di fame, un buon libro, e relax fino a destinazione. Occasionalmente potrà dedicare qualche osservazione sparsa alla velocità del mezzo, a qualche schiamazzo.

In ogni caso, nei suoi spostamenti, la Vergine richiede: puntualità rispetto all’orario di partenza e arrivo. La lista dei partecipanti al viaggio, in ordine alfabetico. Un buon gruzzolo di pecunia a disposizione per dormire sonni tranquilli.  Memoria del telefono vuota o semi vuota per fare posto alle foto che verranno scattate in modalità turista giapponese.

Il viaggiatore di questo segno ama conoscere paesi stranieri e culture diverse dalla propria, ma non ama i disagi che l’avventura comporta. E nemmeno le esperienze estreme che alcune mete potrebbero offrire.

D’altra parte la Vergine è il più pacato dei segni di terra. Non esce di casa per stare peggio. Va bene fare esperienza, va bene divertirsi, ma agi e comfort restano priorità imprescindibili.

A tal proposito, tipico del viaggiatore del segno della Vergine, è il tentativo di ” prevenire ” qualsiasi cosa : un’emergenza, un’esigenza, un imprevisto, una necessità. Potremmo osservarli riempire le valigie fino a farle esplodere, nel vano tentativo di portare con se la quasi totalità dei beni di prima e seconda necessità tenuti in casa, fatta eccezione dei mobili.

ASTROCARTOGRAFIA DELLA VERGINE

Esiste in Astrologia una branca chiamata Astrocartografia, che  sostiene ci sia corrispondenza simbolica tra i pianeti del nostro Tema Natale e le varie città del mondo e i Segni Zodiacali.

Città e Regioni italiane: Como, Brindisi, Pavia, Perugia.
Città estere: Gerusalemme, Nizza, Londra, Varsavia, Berlino, Strasburgo, Bagdad, Basilea, Boston, Lione, Los Angeles, Norwich, Parigi. 
Stati e Regioni estere: Grecia, Croazia, Turchia, Brasile, India Occidentale, Creta, Francia, Peloponneso, Svizzera, Uruguay, Virginia.

VERGINE: PUNTI DI FORZA E PUNTI DI DEBOLEZZA

Tra i punti deboli del segno c’è sicuramente la rigidità.

Il viaggiatore della Vergine tende a schematizzare il percorso, e trova naturale, giusto e, perchè no, rassicurante, seguire l’iter prestabilito. In caso di fuori programma, potremmo assistere ad una vasta gamma di reazioni che declinano tutta la paura e il perfezionismo che stanno dietro a tanto rigore. Rifiuto, rabbia, ansia, panico, stizza.

Proprio a causa di questi timori, nascosti dietro ad un certo orgoglio, il viaggiatore della Vergine raramente parte in solitaria. Di solito preferisce la comitiva, che più è numerosa, più lo fa sentire protetto.

Un altro punto debole di questo segno è la poca fiducia nel proprio istinto, e “nel fiuto del navigante” che, solitamente, dopo molti viaggi, si sviluppa e arriva in aiuto del viaggiatore. La poca fiducia nella parte istintuale dell’essere umano, porta il nostro amico a ricorrere a tutti i supporti meccanici e tecnologici, che possano agevolare la vacanza. E inevitabilmente, il bagaglio del viaggiatore della Vergine si ingigantisce e si appesantisce.

Tra i punti di forza abbiamo la premura, la costanza, il senso di responsabilità e la presenza. Nonchè un grande senso dell’amicizia.

Il viaggiatore della Vergine, se non ci fosse, bisognerebbe inventarlo. E’ l’amico con la soluzione pratica in un batter d’occhio: le forbici nel deserto, il panino al prosciutto dopo 10 ore di treno, i fiori di Bach quando l’aereo attraversa una turbolenza più forte delle altre. La Vergine non potrebbe mai perdere un treno o un aereo, o dare buca all’ultimo minuto.

La sua premura e il senso di responsabilità lo portano ad essere un validissimo organizzatore, e ci si può affidare alle sue scelte praticamente ad occhi chiusi. Un albergo o un villaggio scelti da una Vergine difficilmente daranno brutte sorprese.

La Vergine adora risolvere, essere utile, brillare di praticità e concretezza. Partire con un amico con queste doti è una garanzia e una sicurezza. Perchè è vero che la Vergine ama la sicurezza, ma inevitabilmente la garantisce anche ai suoi compagni di viaggio.

Ogni segno zodiacale ha le sue particolarità e i suoi gusti anche in termini di viaggio: scoprile con Lia, la nostra super astrologa!

2018-09-24T15:43:43+00:00 10-09-2018|0 Comments

About the Author:

Ciao, mi chiamo Italia, ma tutti mi chiamano Lia. Vivo ascoltando il mio cuore e cercando di dare spazio a tutto ciò che mi emoziona. Ho un passato da attrice, uno da studentessa di Lettere & Filosofia, e uno da shopping addicted. Amo la moda, viaggiare, gli animali, il mare. Mi interesso di astrologia e spiritualità. Vorrei vivere con i miei gatti e il mio amore, su un'isola. Ma non ho ancora capito quale. Seguo Nicky in questa fantastica avventura, per ammirazione, perchè fare il giro del mondo in solitaria, era uno dei miei desideri da piccola.

Leave A Comment