Pesce pagliaccio: il piccolo abitante del mare Il protagonista del cartone animato "Alla ricerca di Nemo"

pesce pagliaccio

Agli inizi degli anni 2000 uscì un film d’animazione che avrebbe reso il suo protagonista il più famoso del mondo nel suo campo. “Alla ricerca di Nemo”, infatti, ha fatto sì che chiunque venisse a conoscenza dell’“Amfiprioneo pesce anemone, ora meglio conosciuto come pesce pagliaccio, nome che deriva in realtà dal suo modo di nuotare goffo (causa delle grandi pinne arrotondate) e soprattutto dei suoi colori sgargianti tendenti al rosso arancio striato di bianco.

Diventare famosi attraverso un film è forse il sogno di molti. Quello che però sembrerebbe una grande fortuna dal punto di vista di un essere umano, ha rappresentato una vera disgrazia per il povero pesce pagliaccio perché, a causa della popolarità, è stato pescato senza controllo negli anni immediatamente successivi all’uscita del cartone animato, per poter finire negli acquari.

Con triste ironia proprio la storia raccontata nel film.  Ma sono sicuro che lo spettatore attento, sebbene affascinato da questi straordinari animaletti, sia in grado di cogliere in realtà il messaggio, la morale del cartone animato, e cioè che, forse, questi splendidi esserini stanno meglio in natura, dove possono essere facilmente osservati senza danni all’ecosistema durante le immersioni o lo snorkeling.

pesce pagliaccio

Pesce pagliaccio: la sua casa tra gli anemoni

La vera particolarità di questi pesci è che vivono in quello che i naturalisti chiamano “associazione mutualistica” o “relazione simbiotica” cioè uno scambio di “favori” con un altro essere vivente che migliora l’esistenza di entrambi. In realtà un po’ quello che dovremmo fare tutti noi con qualsiasi altro animale.

Il pesce pagliaccio, infatti, vive tra i tentacoli delle “anemoni” (un animale marino simile ad una pianta) tenendole pulite dai parassiti. In cambio vengono protetti dai predatori (l’anemone è urticante per la maggior parte degli altri pesci) e possono nutrirsi degli avanzi del cibo dell’anemone.

I pesci pagliaccio mangiano di tutto e, trovandosi praticamente per la maggior parte del loro tempo nell’anemone, vi depositano anche i loro escrementi che, tuttavia, forniscono al anemone stessa importanti sostanze nutrienti.

pesce pagliaccio

Pesce pagliaccio: da maschio a femmina

I pesci pagliaccio nascono tutti maschietti. Quando poi la femmina dominante del gruppo muore, il maschio dominante diventa femmina e sceglie il suo compagno nel gruppo. Una volta cambiato sesso non possono più tornare indietro e ridiventare maschi.

Resta da dire che questi splendidi pesci vivono nelle acque più fresche dell’Oceano Indiano e di quello Pacifico, soprattutto nella Grande Barriera Corallina in Australia e nel Mar Rosso. Non sono mai stati osservati nell’oceano Atlantico.

Lo sapevate che il pesce pagliaccio è stato protagonista del celebre cartone animato “Alla ricerca di Nemo“? Se ti è piaciuta questo racconto, ne puoi leggere altri sul mio blog Tototravel.it.

2018-11-29T14:20:39+00:00 11-11-2018|0 Comments

About the Author:

Ciao! Sono Toto e sono stato folgorato dai viaggi sin da piccolo. Sono una persona vivace, con un carattere sicuramente forte, ma cerco sempre di essere auto ironico e magari divertente.. o almeno ci provo. Viaggiare mi dà energia e mi apre la mente. Vieni con me per scoprire il mondo con gli occhi curiosi come quelli di un bambino.

Leave A Comment