Renna: caratteristiche e curiosità L'animale simbolo del Natale

renna

Cometa, Fulmine, Donnola, Freccia, Ballerina, Saltarello, Donato, Cupido. A molti sembreranno nomi casuali, ma non lo sono. Non credo che i nomi originali Dasher, Dancer, Prancer, Vixen, Comet, Cupid, Donner and Blitzen possano essere di maggiore aiuto a individuare l’animale di cui stiamo parlando.

Se però dicessi che “lavorano” per un panciuto e barbuto omone, trainando al sua slitta in giro per il mondo, ecco che tutti capirebbero di che animale parliamo.

Si tratta della renna, un quadrupede delizioso che deve la sua popolarità al mito di Babbo Natale. E in Lapponia ancora oggi questi particolari cervi sono davvero utilizzati per trainare i pulk, le tradizionali slitte scandinave. Nota anche come “caribù”, la renna domestica viene utilizzata anche per la carne, il cuoio, i palchi e il latte. Quella selvatica viene ancora cacciata.

Le renne possono raggiungere una lunghezza di circa 2 m (come un letto) e le loro corna possono arrivare ad 1,35 m.

renna

Renna: animale dai mille pregi

Non solo ci consentono di avere tutti gli anni un bel regalo sotto l’albero, le renne sono anche animali molto “cool”. Vediamo perché:

  • Hanno occhi che cambiano colore a seconda della stagione! Questo per avere un rendimento migliore a seconda della luce, che nelle regioni polari è molta in estate e poca in inverno.
  • Comunicano con le ginocchia! Attraverso dei particolari schiocchi che fanno mentre camminano trasmettono un segnale alle compagne, anche quando a causa di forti bufere è impossibile vedersi.
  • Tutte le renne di Babbo Natale sono in realtà femmine! Se fossero maschi, infatti, non avrebbero le corna perche all’inizio di dicembre di ogni anno le perdono completamente.
  • Hanno le corna vellutate! Le corna (o palchi) delle renne sono ricoperti da una sorta di pelliccia detto “velluto”. E vengono cambiati ogni anno.
  • I cuccioli corrono più veloci di un atleta olimpionico! Raggiungono gli 80 km/h, per questo non possono essere cacciati dagli orsi polari (che sono più lenti).
  • Le loro corna sono… uniche! Non esistono due palchi uguali, come per i fiocchi di neve, ognuno ha forma e ramificazioni diverse.
  • Le renne hanno un latte super! Contiene fino a 4 volte i nutrienti del latte di mucca.
  • Hanno le corna commestibili! I suoi palchi quando restano a terra per il cambio annuale, forniscono nutrimenti, calcio e sali minerali a roditori ed altri animaletti.
  • Sono “ecologiche! La renna è infatti un’animale … “ad altissima efficienza energetica”, grazie al suo isolamento termico e ad altre particolari caratteristiche fisiche, consuma pochissime calorie per tenersi al caldo d’inverno.
renne

Renna: la tradizione del Natale

Conoscere la renna e le caratteristiche che la rendono un’animale tanto straordinario, ci può aiutare a guardarla in modo differente. Il suo ruolo, infatti, va bene oltre rispetto a quello che le è stato attribuito dall’immaginario collettivo e da secoli di tradizioni.

Sono sicuro che adesso quando ne vedrete una, magari galoppare nei cieli con le compagne per accompagnare Babbo Natale in giro per il mondo, sarete ancora più felici di saperne di più di questi mitici e splendidi animali!

Lo sapevi che le renne comunicano tra loro attraverso degli schiocchi di ginocchia?

2018-12-04T23:35:26+00:00 11-11-2018|0 Comments

About the Author:

Ciao! Sono Toto e sono stato folgorato dai viaggi sin da piccolo. Sono una persona vivace, con un carattere sicuramente forte, ma cerco sempre di essere auto ironico e magari divertente.. o almeno ci provo. Viaggiare mi dà energia e mi apre la mente. Vieni con me per scoprire il mondo con gli occhi curiosi come quelli di un bambino.

Leave A Comment