Vacanza in Peru: cosa sapere Cosa assolutamente dobbiamo sapere prima di un viaggio in Perù

State pensando a una vacanza in Perù? Terra selvaggia che a livello geografico ha mille sfaccettature, destinazione perfetta per un’avventura. Ma cosa dobbiamo sapere prima di arrivarci?

Il Perù è la terra degli antichi Incas, una civilizzazione incredibile che seppe dominarne un territorio selvaggio e convivere in armonia con i fiumi, il sole, la sierra e la selva del Perù, il mare e il clima della costa peruviana, le montagne e il clima freddo e secco delle Ande, adeguandosi all’ambiente e sopravvivendo grazie ai frutti generosi della Pachamama (Madre Terra).

Parte di questa cultura e società millenaria si ritrovano oggigiorno in ogni paese e nelle usanze delle sua gente. Viaggiare in Perù è come tornare indietro nel tempo e riscoprire la vita affascinante degli Incas, dei Chancas e dei Wari, loro grandi opere architettoniche, l’arte, le feste, le origini della loro forza sociale e l’energia dei suoi uomini.

Perù: cosa sapere

  • Le rovine di Machu Picchu sono forse il monumento più famoso che testimonia l’esistenza di una civiltà dal grande ingegno e dalle abilità architettoniche. Attenzione che sono cambiate un paio di regole ultimamente! Ci saranno due turni di entrata alla cittadella:

    – Ingresso mattutino, dalle 06:00 alle 12:00
    – Ingresso pomeridiano, dalle 12:00 alle 17:30

    Il tempo di permanenza all’interno dell’area sarà di massimo 4 ore, considerando l’ora di ingresso e non sarà più possibile rientrare al sito una volta che si è usciti. La permanenza sarà maggiore per i visitanti che scelgono di salire a Huayna Picchu ( 6 ore) o alla Montaña Machu Picchu (7 ore).

    Inoltre si potrà accedere soltanto accompagnati da una guida ufficiale. Si tratta comunque di un complesso archeologico di inestimabile valore nel cuore della Valle Sacra nella località di Cuzco che ogni anno riceve migliaia di visitatori. Davvero suggestiva è la vista che si gode dall’alto di Machu Picchu sulla valle sottostante dell’Urubamba.

  • Caratteristica comune di queste terre del “Nuovo Mondo”, sono i pittoreschi festeggiamenti del Carnevale.

    Durante il Carnevale tutto è vestito in festa tra musica e danze! È tradizione del popolo peruviano, inoltre, interrare un albero ricco di doni e ballarci intorno fino a farlo cadere a terra a suon di colpi di machete.

    Al posto dei coriandoli, dovrete munirvi di acqua… Buon divertimento!

  • L’Università Nazionale di San Marcos, in Perù, è la più antica tra le americane ed è stata fondata il 12 maggio 1551.

  • Gli spagnoli hanno iniziato a portare la patata dal Perù in Europa nel 1562. Tuttavia, gli antichi peruviani coltivavano patate già 8mila anni fa.

    Oggi è la quarta coltura più diffusa la mondo: ci sono oltre 3mila diverse tipologie di patate coltivate in Perù.

  • Il nome Perù deriva, con ogni probabilità, da una cattiva applicazione da parte degli spagnoli del termine Quechua “Pelu“: che indica un fiume.

  • Lo spagnolo è la lingua ufficiale del Perù.

    Nella campagna, gli autoctoni parlano le proprie lingue, quechua ed aymará soprattutto. Generalmente poca gente parla inglese in Perù.

    Il shipibo, l’ashaninka e l’aguaruna, utilizzate nelle comunità dell’Amazzonia, sono alcune delle 43 lingue native riconosciute nel Paese.

  • Negli ultimi anni la gastronomia si è convertita in parte dell’identità nazionale, un elemento di unione del paese su cui nessuno ha da ridire. I peruviani sono diventati degli esperti nello sperimentare nuovi sapori, armonizzare aromi e scoprire cotture e con questo la diversità della sua produzione agricola e i molteplici microclima. Inoltre, il suo territorio così vario, le tante culture e la genialità dei suoi cuochi hanno arricchito la propria gastronomia al punto da essere stata riconosciuta come una delle migliori espressioni gastronomiche a livello mondiale, alla pari con il cibo italiano o quello francese.  La principale fiera gastronomica del Perù è Mistura, che riunisce i principali chef e ristoranti del paese. Ha luogo una volta all’anno a Lima, città considerata la capitale della gastronomia americana, e ha iniziato ad apparire come evento principale negli itinerari turistici internazionali della regione.

Il sound giusto?

Vuoi scoprire cosa fare in Perù?

ASCOLTA UN AMICO

Quando viaggiate, non vi affidate anche voi più volentieri ai consigli di un amico appassionato di viaggio piuttosto che ad una guida turistica?
Beh, anch’io ed è proprio da questa idea che nasce la rubrica Ascolta un amico dove sarà proprio lui (o lei) a darmi qualche dritta per esser sicura di non perdermi proprio niente.

2018-05-30T19:57:51+00:0004-09-2017|0 Comments

About the Author:

Ciao, sono Luca! Per metà innamorato delle mie Dolomiti e per metà delle altre meraviglie del mondo, che sto esplorando un poco alla volta per passione e per lavoro. Sempre alla ricerca della bellezza, con la macchina fotografica o con gli occhi, lasciandomi sorprendere da luci e panorami. Ho studiato economia e management degli eventi ma ora mi occupo di tutt’altro, aiutando la gente a programmare viaggi unici nel continente africano. Sempre positivo, adoro essere circondato da lingue straniere e culture diverse, sicuro che possono sempre arricchirmi. Per questo seguo con particolare interesse questa avventura lungo le coste di mezzo mondo.

Leave A Comment