Muoversi in Sudafrica: orientarsi con i trasporti Come spostarsi nella nazione arcobaleno, per non perdere la bussola?

Roadtrip in Sudafrica

Viaggiare in Sudafrica

Viaggiare in Sudafrica può essere molto piacevole ma anche molto stressante, a seconda dell’itinerario, del mezzo di trasporto scelto e soprattutto del tempo a disposizione.

Considerando le dimensioni di questo stato immenso, grande 4 volte l’Italia, è impossibile pensare di spostarsi con la velocità a cui siamo abituati. Alcuni posti nemmeno la conoscono questa parola. “Velocità“. L’abbiamo portata noi con la nostra voglia di vedere il più possibile in sempre meno tempo. E per vedere tutto, come ci dobbiamo muovere?

In realtà è molto facile spostarsi all’interno del Sudafrica. In treno, aereo, autobus, taxi o con un’auto a noleggio si può partire alla scoperta delle meraviglie del Paese. Serve solo pazienza e una buona pianificazione.

Montagne e savana, da guidare per ore

Sudafrica on the road

Se preferite muovervi in autonomia ed essere indipendenti, la soluzione migliore è il noleggio auto.

Per guidare in Sudafrica è consigliata la patente internazionale, si guida a sinistra (vi abituerete presto) e la rete stradale è ottima e la segnaletica chiara e funzionale. La maggior parte dei parchi nazionali presenta strade in ottime condizioni, perfettamente praticabili con una normale berlina, ma in caso di safari in autonomia consigliamo di noleggiare un SUV, sia per ragioni di comfort, sia per avvistare gli animali da una posizione più rialzata.

Vogliamo suggerirvi due cose importanti però: attenzione ai limiti di velocità e mai, mai, guidare di notte fuori dalle città (evitiamo rischi inutili causati da animali selvaggi in strada e locali dei villaggi che attraversano senza preavviso le strade completamente buie).

Se noleggiate l’auto il consiglio è anche quello di fare l’assicurazione sulle gomme: ne abbiamo viste così tante abbandonate al lato della strada che decisamente è un incidente che capita spesso!

Sudafrica in bus e taxi condivisi

Se invece non volete guidare, potete scegliere tra diverse compagnie di autobus che coprono le principali rotte di tutto il Sudafrica. È possibile prenotare un posto sui pullman delle più rinomate compagnie a lunga percorrenza, anche se sono sempre più diffusi i taxi condivisi fra le varie città, per lo più usati dai locali, ottima esperienza per chi vuole farsi un viaggio a contatto con la popolazione del Sudafrica.

Un’alternativa da prendere in considerazione, se viaggiate zaino in spalla, è il BazBus, una rete di autobus che collega ostelli nelle località più famose e più visitate della Garden Route, per poi salire verso Durban e Johannesburg (non tutti i giorni). Considerato il costo accessibile e la possibilità di fare un pass flessibile per più giorni, questo servizio si sta diffondendo rapidamente.

Per spostarvi in città potete anche utilizzare i taxi, molto più economici rispetto all’Italia. A Cape Town, Uber è diffuso e ormai la fa padrone, garantendo anche sicurezza in alcuni quartieri movimentati della notte metropolitano.

Sudafrica: voli

Ovviamente, date le dimensioni del Sudafrica, per vedere il meglio del paese senza fare 4000km in strada, mettete in conto almeno un volo interno, soprattutto, se avete poco tempo a disposizione.

Per spostarvi da una città all’altra la miglior soluzione è offerta dai tanti voli nazionali, anche low cost. Attenzione a dove volete andare però: alcune tratte vengono fatte una volta al giorno e altre implicano (spesso) lo scalo a Johannesburg.

Avete quindi un’ampia scelta di mezzi per scoprire questo paese, adesso tocca a voi!

Se state partendo per il Sudafrica e vi chiedete come muovermi all’interno del Paese, questo riassunto potrebbe tornarvi utile. Ci siete già stati? Avete altri consigli?

2018-12-24T23:16:30+00:0024-12-2018|0 Comments

About the Author:

Ciao, sono Luca! Per metà innamorato delle mie Dolomiti e per metà delle altre meraviglie del mondo, che sto esplorando un poco alla volta per passione e per lavoro. Sempre alla ricerca della bellezza, con la macchina fotografica o con gli occhi, lasciandomi sorprendere da luci e panorami. Ho studiato economia e management degli eventi ma ora mi occupo di tutt’altro, aiutando la gente a programmare viaggi unici nel continente africano. Sempre positivo, adoro essere circondato da lingue straniere e culture diverse, sicuro che possono sempre arricchirmi. Per questo seguo con particolare interesse questa avventura lungo le coste di mezzo mondo.

Leave A Comment